Addressvitt e Sitma per la comunicazione ecologica

Addressvitt e Sitma collaborano per sostenere la transizione ecologica tramite il confezionamento InCharta®

Addressvitt (www.addressvitt.it), storica realtà della comunicazione diretta italiana ha scelto Sitma (www.sitma.com) azienda specializzata nella progettazione di sistemi per l’automazione di linea come partner tecnologico per sviluppare un innovativo processo di confezionamento e distribuzione che si basa sull’impiego della carta. Si chiama “InCharta®” ed è una soluzione di confezionamento postale in linea di flyers, cataloghi e riviste basato appunto sulla carta, caratterizzato da un’estrema flessibilità e da un’elevata sostenibilità ambientale (www.incharta.com)

Quando un fornitore di tecnologia ed uno di servizi si incontrano e condividono una prospettiva comune il risultato è il lancio di un progetto pionieristico basato sull’utilizzo della carta come materiale di confezionamento. InCharta® prende spunto da numerose esperienze europee e si pone come apripista per portare l’Italia a pari livello delle vicine Francia, Germania e Inghilterra che già da tempo hanno posizionato il confezionamento con carta per il Direct Mailing – materiale promozionale, cataloghi, brochures, giornali e riviste – al centro delle loro strategie per una transizione green.

I protagonisti

Addressvitt è una storica agenzia e service leader nel settore del Direct Marketing in Italia, attiva sia nel mondo editoriale che retail, che vanta oltre 300 clienti attivi nell’ultimo triennio, composti da aziende, editori ed enti di primaria importanza nazionale ed internazionale. Addressvitt ha deciso di schierarsi in prima linea per la sostenibilità ambientale, dando un nome e un simbolo al proprio impegno: STAR. Basandosi su tre principi green – Sostenibilità, TArgeting, Riciclabilità – l’azienda ha deciso di introdurre in Italia un nuovo modo di fare comunicazione postale, abbinando l’attenzione al cliente e quella per l’ambiente.

Sitma, azienda leader nel settore delle macchine automatiche per il confezionamento in ambito Post Press e Direct Mailing, da diversi anni ha abbracciato la sostenibilità ambientale come valore da porre al centro della propria strategia aziendale. In linea con l’agenda 2030 e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile definiti dall’ONU, l’azienda sta facendo piccoli passi per favorire attraverso le proprie soluzioni l’utilizzo della carta come materiale per il confezionamento, al posto della plastica. Progresso, sviluppo ma anche conservazione e ottimizzazione: sono tutti principi alla base dell’innovazione tecnologica offerta dal portafoglio di Sitma.

L’era dalla carta: benefici a 360°

Le proprietà di questo materiale di natura organica e rinnovabile sono ben note: resistenza, flessibilità, lucentezza, leggerezza e l’elevata percentuale di riciclabilità; la carta, infatti, può essere infatti riciclata fino a 7 volte, e la provenienza da foreste gestite in maniera corretta e responsabile (certificazione FSC) consente il mantenimento degli ecosistemi del pianeta. Ad ulteriore supporto dell’utilizzo della carta, i dati incoraggianti dall’ultimo anello della filiera. Secondo il Rapporto su Raccolta, riciclo e recupero di carta e cartone, diffuso da Comieco a Luglio del 2020¹ , il 2019 ci ha confermato come la raccolta differenziata di carta e cartone sia un’abitudine consolidata per tutti i cittadini italiani. La raccolta comunale di carta e cartone in Italia supera i 3,5 milioni di tonnellate con una resa pro-capite che porta la media nazionale annuale a 57,5 kg/abitante. Inoltre, si legge nel Rapporto che “i benefici generati dal riciclo degli imballaggi gestiti (poco meno di 1 milione di tonnellate) nel 2019 sono valutabili in 65 milioni di euro. Il dato aggregato 2005-2019 ammonta a benefici che sfiora gli 1,2 miliardi di euro, calcolati come valore della materia prima e mancate emissioni”.

Non solo buste…

Confezione di carta non significa solo buste. Grazie alla tecnologia Sitma, utilizzata per la prima volta in Italia da Addressvitt, è possibile infatti creare una confezione ad hoc intorno al prodotto, che viene avvolto direttamente in linea. Inoltre, è possibile creare la confezione in maniera assolutamente personalizzata, sia per il contenuto che per l’immagine. Grazie ai sistemi di alimentazione che supporta la paper wrapper di Sitma si possono confezionare flyers, cataloghi e riviste abbinando diversi formati e dimensioni. L’integrazione di efficienti sistemi di stampa consente inoltre di realizzare stampe personalizzate con dati variabili, come ad esempio loghi, nomi e indirizzi, in linea, per ottenere un prodotto pronto per la spedizione tramite il sistema postale. L’utilizzo della carta non pone limiti all’immaginazione, ma diventa il tramite ideale per un marketing a tutto tondo. Mezzo di comunicazione, strumento di engagement o di sponsorship, la confezione in carta può tutelare la riservatezza del contenuto così come enfatizzarne la visibilità.

“InCharta® è la soluzione ideale per un direct mailing leggero” afferma Sergio Pilu, Marketing & Special Projects Director di Addressvitt. “Abbiamo sviluppato il nuovo brand lavorando sul concetto di leggerezza: del materiale, dei processi operativi, dei costi e dell’impatto ambientale. L’intero processo di abbinamento, personalizzazione e confezionamento del materiale da postalizzare si realizza in unico passaggio reso possibile dalla tecnologia del nostro partner tecnologico: aumentano velocità, controllo e sostenibilità mentre si riducono tempi e costi di lavorazione e impatto ambientale.”

“Dopo numerose installazioni all’estero, siamo fieri di partire con questo progetto di confezionamento in carta anche in Italia, insieme ad un partner storico per Sitma” spiega Gianluca Rossi, CMO di Sitma. “Il nostro obiettivo è quello di sviluppare soluzioni sempre più green, creare circolarità e supportare le aziende che hanno la nostra stessa filosofia e visione per il futuro, non solo attraverso strutturate azioni aziendali – come ad esempio i processi di calcolo e compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalle attività del nostro stabilimento produttivo e la creazione della nostra foresta Sitma tramite il supporto di Treedom – ma anche offrendo ai nostri partner soluzioni che portino l’eco-sostenibilità ad un livello superiore nella filiera”.

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI

Menu